Cammino di S. Francesco di Paola

By
Updated: June 25, 2020
img-20200621-wa0084
 

Prima Tappa: Santuario di Paterno Calabro – Cerisano

Dati tecnici

Difficoltà: Escursionistico (media difficoltà)
Dislivelli: 770 m in salita, 845 m in discesa

Lunghezza: 22,000 km
Tempo in cammino: 8,00 h

Quota minima: 425 m slm
Quota massima: 785 m slm

Acqua potabile:
Fontana Carolei,
Fontana Santa Maria,
Fontana Mendicino.

Il percorso inizia dal Santuario di San Francesco da Paola a Paterno Calabro, uno dei pochi eretti da San Francesco in persona (1472), unico caso insieme a quello di Paola prima del riconoscimento dell’Ordine dei Minimi.
Il percorso è caratterizzato da strade bianche e dai pittoreschi borghi delle Serre Cosentine: Dipignano, Carolei, Mendicino e Cerisano (589 m), punto di arrivo della tappa.

Seconda Tappa: Cerisano – San Fili

Dati tecnici

Difficoltà: Escursionistico (media difficoltà)
Dislivelli: 900 m in salita, 935 m in discesa

Lunghezza: 18,900 km
Tempo in cammino: 7,00 h

Quota minima: 533 m slm
Quota massima: 1177 m slm

Acqua potabile:
Fontana Cerisano,
Fontana Madonna del Carmine,
Fontana Longo e Vitari,
Acquabianca,
Fontane di Masseria Silo,
Pic-nic Tre Fontane,
San Fili – Castagno.

Dalle strette vie del borgo di Cerisano si sale subito per una stradina montana che regala splendidi scorci panoramici sulle montagne della Catena Costiera, Cosenza e la Valle del Crati. Si arriva nella zona del piccolo Altopiano di Acquabianca e di Masseria Silo, con estese praterie segnate da rocce calcaree, sparuti poderi e coltivi.
La successiva lunga discesa attraversa boschi di faggio, abeti e castagni e conduce al ponte delle Fiumicelle, costruito in epoca romana sul torrente Emoli.
Si arriva nel borgo di San Fili (566 m), dove una statua di San Francesco accoglie i pellegrini a braccia aperte.

Terza Tappa: San Fili – Santuario San Francesco di Paola

Dati tecnici

Difficoltà: Escursionistico (media difficoltà)
Dislivelli: 1015 m in salita, 1395 m in discesa

Lunghezza: 21,800 km
Tempo in cammino: 8,00 h

Quota minima: 146 m slm
Quota massima: 1193 m slm

Acqua potabile:
Via XX settembre – San Fili,
Sorgente Luta,
Tubo di Ferro.

Da San Fili si risale ripidamente sino alle estese faggete di Bosco Luta. Qui si oltrepassa la Catena Costiera e si inizia a scendere sul suo versante occidentale.
Incantevoli vedute aperte sulla costa tirrenica accompagnano fino al Santuario di Paola (170 m), termine della tappa e del percorso.